Crypto & NFT: gli Highlights di Febbraio 2022

Qui di seguito i fatti principali di Febbraio 2022 in ambito crypto e NFT.

2 febbraio: un hacker ha sfruttato un bug nel Wormhole Bridge per oltre 320 milioni di dollari coniando 120.000 wraped Ether (wETH) senza supporto su Solana e poi collegandone la maggior parte a Ethereum. Il bug è stato prontamente corretto e i fondi sono stati ripristinati da Jump Crypto.

4 febbraio: Nike ha intentato una causa contro il rivenditore di scarpe da ginnastica online StockX, sostenendo che il venditore ha venduto immagini di scarpe da ginnastica Nike come NFT senza autorizzazione, sostenendo che si tratta di un chiaro caso di violazione del copyright e probabilmente promuove una falsa associazione con Nike.

8 febbraio: funzionari federali hanno sequestrato 94.000 ₿ (~$ 3,6 miliardi) di BTC in relazione all’hacking del 2016 dell’exchange di criptovalute Bitfinex. Gli agenti hanno arrestato una coppia sposata, Ilya “Dutch” Lichtenstein e Heather Morgan, con l’accusa di aver cospirato per riciclare i proventi dell’hacking Bitfinex.

9 febbraio: è stato riferito che McDonald’s ha depositato 10 domande di marchio per creare “un ristorante virtuale con prodotti reali e virtuali”. I beni digitali includerebbero prodotti alimentari e bevande, intrattenimento e altro nel metaverso tematico di McDonald’s.

13 febbraio: il Super Bowl LVI è stato ospitato a Los Angeles durante il quale l’industria delle criptovalute ha ottenuto visibilità su alcuni degli oltre 101 milioni di spettatori del gioco attraverso una serie di spot pubblicitari messi in scena da vari fornitori di servizi di criptovaluta.

14 febbraio: la piattaforma di prestito di criptovalute BlockFi pagherà 100 milioni di dollari di multa alla SEC e ad altri regolatori statali in merito alle accuse di aver offerto illegalmente un prodotto ad alto rendimento. L’azienda ha annunciato che intende registrarsi presso la SEC.

15 febbraio: JPMorgan è la prima banca ad entrare nel metaverso con l’apertura dell’Onyx Lounge a Decentraland.

17 febbraio: l’Ucraina “legalizza” Bitcoin, poiché il suo parlamento ha approvato in lettura finale un disegno di legge che soddisfa le raccomandazioni del presidente. Tuttavia, il paese non ha reso BTC una moneta a corso legale. La norma dovrà essere meglio analizzata.

19 febbraio: un hacker ha rubato oltre 3 milioni di dollari di NFT a più di 19 utenti OpenSea. Il co-fondatore di OpenSea, Devin Finzer, ha confermato che l’exploit si basava su un attacco phishing e non ha avuto origine sul sito Web di OpenSea.

24 febbraio: la Russia invade l’Ucraina con un effetto immediato sui mercati globali. Le donazioni di BTC ed ETH alle forze armate ucraine sono aumentate vertiginosamente nei giorni successivi all’invasione.

25 febbraio: la mining pool di Ethereum, Flexpool, ha tagliato i servizi agli utenti russi in seguito alla guerra tra Russia e Ucraina.

Fonte: Kraken – Coindesk

Post Correlati