Warning inviato a WhatsApp e Facebook

Il 10 aprile 2014 la Federal Trade Commission Statunitense (FTC) ha inviato una lettera a Anne Hoge, general counsel di WatsApp Inc. e Erin Egan, chief privacy officer di Facebook Inc. ricordando che, a seguito della acquisizione di WatsApp Inc. da parte di Facebook inc., entrambe le società hanno comunicato ai consumatori che le condizioni privacy di WatsApp non saranno in alcun modo modificate.

La FTC ha quindi avvisato le due società che, qualora le condizioni privacy di WatsApp dovessero essere modificate in danno dei consumatori, tale comportamento sarà considerato come una pratica ingannevole in violazione della Sezione 5 del FTC Act.

In ogni caso le due società non potranno in alcun modo utilizzare i numeri telefonici acquisti da WatsApp attraverso il suo servizio per effettuare promozioni pubblicitarie, qualora questo consenso non sia stato preventivamente espressamente concesso dagli utenti e, ad oggi, la privacy policy di WatsApp non prevede questa eventualità.

La FTC ha quindi ribadito che ogni eventuale diversa azione relativa all’uso dei dati personali rispetto a quanto “promesso” pubblicamente sarà oggetto di attenta verifica e eventuali sanzioni.