Fondi da Sardegna Ricerche per consulenze legali in tema di proprieta’ intellettuale e registrazione marchi e brevetti

Stesura contratti di cessione/acquisizione di know how accordi di segretezza, contratti di ricerca e sviluppo;

Consulenza in materia di Marchi e brevetti e registrazione a livello nazionale, europeo e internazionale;

Adeguamento di prodotti a normative tecniche estere.

Sono queste le voci di consulenza legale finanziate da Sardegna Ricerche con il bando pubblicato il 7 ottobre 2014 – “Servizi per l’innovazione – Sostegno alla realizzazione di idee e progetti di innovazione delle imprese” che mette a disposizione delle PMI sarde 800.000 euro per il cofinanziamento di un piano di innovazione.

Obiettivo del bando è accrescere l’innovazione delle piccole e medie imprese, sviluppando idee innovative di processo e di prodotto attraverso il cofinanziamento di un piano di innovazione per l’acquisizione di consulenze esterne e prestazioni specialistiche. Le idee e i progetti di innovazione che le imprese possono proporre devono riguardare lo sviluppo di nuovi prodotti, processi o servizi oppure l’innovazione dei processi di organizzazione, produzione e distribuzione di prodotti o servizi già presenti sul mercato. Il costo totale del Piano di innovazione agevolato non potrà superare i 150.000 euro.

Sono beneficiari dell’intervento le PMI individuate come tali in conformità a quanto definito dal Regolamento (UE) N. 651 del 17 giugno 2014, singole o associate, industriali, artigiane e di servizi, operative in Sardegna in uno dei seguenti settori di attività economica:
Sezione B – Estrazione di minerali da cave e miniere
Sezione C – Attività manifatturiere (compreso settore agroalimentare che svolgano attività di trasformazione)
Sezione J – Servizi di Informazione e Comunicazione, esclusivamente per le sezioni e categorie indicate nel regolamento del bando
Sezione M – Attività professionali, scientifiche e tecniche, esclusivamente per le sezioni e categorie indicate nel regolamento del bando.

L’intervento è attuato mediante procedura valutativa a sportello, seguendo l’ordine cronologico di presentazione delle domande a Sardegna Ricerche.

La presentazione delle domande si articola in due fasi consecutive:
1. in primo luogo per via telematica utilizzando l’apposito servizio online messo a punto da Sardegna Ricerche al seguente indirizzo:
www.sardegnaricerche-bandi.it
2. trasmissione entro 15 giorni, a pena di esclusione, di tutta la documentazione validata telematicamente esclusivamente tramite una delle seguenti modalità:
– via Posta Elettronica Certificata (PEC) con o senza firma digitale
– via posta, mediante raccomandata A/R, o a mano.

Le domande devono pervenire a Sardegna Ricerche entro le ore 12:00 del 30 novembre 2015.

Per maggiori informazioni contatta lo Studio Legale Simbula a info@studiolegalesimbula.com