Facebook Connect: cosa cambia nel B2B

Come noto, a fine maggio Facebook – anche a seguito di pressioni ricevute a vari livelli – ha proceduto con delle importanti modifiche relative alle impostazioni privacy.

Quella più pubblicizzata e conosciuta si riferisce alle impostazioni di default relative al livello di pubblicità dei contenuti pubblicati dall’utente sulla sua pagina personale.

Infatti, prima delle modifiche, tali contenuti erano di default pubblici e visibili a tutti.

Ora invece tali contenuti saranno, di default, visibili solo agli “amici”. Naturalmente l’utente potrà modificare in ogni tempo queste impostazioni restringendo ulteriormente il livello di diffusione (contenuti visibili solo dall’utente) o estendere tale livello (contenuti visibili a tutti).

La seconda novità invece è forse meno conosciuta ma di straordinaria importanza nelle relazioni B2B tra Facebook e i siti internet terzi che inseriscono il plug-in “Facebook Connect”.

Facebook Connect si è rivelato nel tempo uno straordinario strumento per i fornitori di beni e servizi on line al fine di ampliare la base dei loro utenti in quanto riduce notevolmente le barriere e i tempi di registrazione essendo sufficente cliccare sul tasto “Facebook Connect” (o Twitter o LinkedIn a seconda dei casi). E’ però anche vero che il sito internet terzo potrà utilizzare solo i dati che l’utente Facebook ha deciso di mettere a disposizione tramite il primo social network al mondo.

Se però fino a poco tempo fa, le informazioni rese disponibili dall’utente che si registrava tramite Facebook Connect erano inevitabilmente tutte quelle rese disponibili a Facebook, ora l’utente potrà decidere, all’atto della registrazione al sito tramite il plug-in apposito, quali informazioni rendere disponibili (potenzialmente anche nessuna).

Questo inevitabilmente creerà molti problemi ai gestori e fornitori di servizi on line che consentono la registrazione degli utenti tramite Facebook Connect, creando una serie di categorie di utenti diverse sulla base delle informazioni che questi hanno reso disponibili all’atto della connessione tramite il plug-in.

Verrebbe invece da domandarsi se le modifiche alla privacy approntate da Facebook siano solo di facciata poichè come noto, Facebook potrebbe, anche se solo in via teorica, avere la possibilità di utilizzare le informazioni rese pubbliche dall’utente per fornire prodotti e servizi all’utente e a terzi.

Tra le informazioni che continuano a rimanere pubbliche per Facebook ci sono sicuramente a) il Nome, b) la foto del profilo; c) gli amici e i networks, d) il sesso, e) lo username o user ID.

Potrebbe quindi essere possibile in futuro che Facebook decida di consentire il Facebook Connect dietro corrispettivo realizzando quindi una nuova linea di business di particolare interesse per coloro che vogliono continuare a consentire la registrazione attraverso il prezioso plug-in.

Si rende quindi opportuna una attenta verifica delle condizioni generali B2C dei siti internet o applicazioni che consentono la registrazione dei loro utenti tramite il Facebook Connect, poiché le disposizioni potrebbero non essere sufficenti a gestire le situazioni nelle quali l’utente decida di non rendere disponibili determinate informazioni (quali l’email) necessarie per l’erogazione del servizio.

Qui di seguito una clausola che si può trovare nelle principali condizioni generali per il consumatore di un servizio internet, relative all’apertura di un account tramite un account cosiddetto di terza parte (come nel caso di Facebook connect) e che copre il problema delle recenti modifiche privacy di Facebook.

Come si può notare, la clausola prevede chiaramente che qualora la terza parte non consenta (per sua decisione o per scelta dell’utente) di accedere a determinate informazioni considerate essenziali ai fini dell’erogazione del servizio, quest’ultimo potrà essere sospeso.

Ma questo, nella sostanza, si rifletterà in un danno per il provider più che per il consumatore.

Quale sarà quindi il futuro di Facebook Connect alla luce delle novità sulla privacy?

Clausola tipo per l’accesso tramite Account di Terza Parte
(Terza Parte si intende Facebook, Twitter, LinkedIn).

“Con la registrazione al Sito Web e/o alla Applicazione tramite l’Account di Terza Parte, l’Utente crea l’Account Personale che sarà accessibile con il collegamento a tale Account di Terza Parte. A tal fine l’Utente può collegare il proprio Account Personale agli Account di Terza Parte, attraverso il Sito Web in uno dei modi seguenti: (i) fornendo al proprio Account di Terza Parte i dati di login mediante il Sito Web, i Servizi o la App; oppure (ii) consentendo al Sito Web di accedere al proprio Account di Terza Parte, conformemente a quanto consentito ai sensi dei termini e delle condizioni applicabili che disciplinano l’utilizzo di ciascuno di tali Account di Terza Parte. L’Utente dichiara di avere il diritto di rivelare al Sito Web i propri dati di accesso all’Account di Terza Parte e/o di consentire al Sito Web l’accesso al proprio Account di Terza Parte (incluso, a titolo esemplificativo, per l’uso secondo gli scopi qui descritti), senza violare nessuno dei termini e delle condizioni che disciplinano l’utilizzo dell’Account di Terza Parte applicabile, e senza obbligare il Sito Web a corrispondere alcuna commissione, o rendere il Sito Web soggetto ad alcun limite di utilizzo imposto da tale fornitore di servizi di terza parte. Consentendo al Sito Web l’accesso a qualsivoglia Account di Terza Parte, l’Utente comprende che il Sito Web accederà, renderà disponibile e archivierà (se applicabile) qualsiasi contenuto fornito e archiviato nel proprio Account di Terza Parte (“Contenuto SNS”) in modo che sia disponibile mediante il Sito Web, i Servizi e la Applicazione attraverso il proprio Account Personale e la pagina del profilo dell’Account Personale. Salvo ove altrimenti specificato nelle presenti Condizioni Generali del Servizio, tutti i Contenuti SNS, qualora ve ne siano, verranno considerati Contenuti degli Utenti per tutti gli scopi delle presenti Condizioni Generali di Servizio. A seconda degli Account di Terza Parte scelti dall’Utente, e fatte salve le impostazioni sulla privacy selezionate in tali Account di Terza Parte, le informazioni di identificazione personale pubblicate su tali Account di Terza Parte saranno disponibili attraverso il proprio Account Personale, il Sito Web, i Servizi e la Applicazione. Qualora un Account di Terza Parte o un servizio associato dovessero diventare non disponibili, o l’accesso da parte del Sito Web a tale Account di Terza Parte dovesse essere rescisso o risolto dal fornitore di servizi terza parte, l’Account Personale potrebbe non essere più accessibile da parte dell’Utente Registrato e il relativo Contenuto SNS non sarà più disponibile attraverso il Sito Web e la Applicazione. L’Utente ha la facoltà di disabilitare la connessione tra il proprio Account Personale e gli Account di Terza Parte in qualsiasi momento, accedendo alla sezione “Impostazioni” del Sito e della Applicazione. LE RELAZIONI DELL’UTENTE CON I FORNITORI DI SERVIZI DI TERZE PARTI ASSOCIATI AGLI ACCOUNT DI TERZE PARTI SONO DISCIPLINATE ESCLUSIVAMENTE DAI PROPRI ACCORDI CON TALI FORNITORI DI SERVIZI DI TERZE PARTI. Il Sito Web non analizza alcun Contenuto SNS per alcun motivo, incluse, a puro titolo esemplificativo, l’accuratezza o la legalità di tali contenuti e pertanto non è responsabile di nessun Contenuto SNS”.